il futuro nel destino dei nostri bambini

I bambini scimmiottano i grandi dal momento in cui nascono, l’esempio viene dall’alto e la dipendenza affettiva e materiale determina l’assorbimento del contesto in cui nascono  e crescono. Qualsiasi attività venga loro proposta, l’affronteranno sempre con la loro condizione di bambino: innocenza e curiosità. Perfino quando e’ fuori dalla loro portata parteciperanno, perché le loro strutture mentali non consentono loro di scegliere diversamente, sia pure nel limite di un’istinto naturale che potrebbe far opporre resistenza.

Nella maggioranza dei casi, se lasciati liberi di vivere ogni esperienza a modo loro, senza pressioni pregiudizievoli o ricatti nascosti, sapranno difendersi da proposte eccessive.

Quello che e’ triste e’ quando gli adulti li usano per scopi che investono principalmente i propri interessi piuttosto che quelli dei bambini. E li che conta la società, con i suoi valori culturali e le sanzioni all’allontanamento dagli stessi.

L’ideale sarebbe avere genitori attenti ad osservare talenti istintivi per assecondare quelli piuttosto che trasferire sui figli ambizioni proprie, magari frustrate o anche realizzate. Ogni individuo ha una sua propria genialità, non tutti hanno la fortuna di esprimerla o addirittura diventarne consapevole. Ed e’ questo il compito di una societa’ civile, rimuovere gli ostacoli socio economici e favorire lo sviluppo di queste risorse potenziali.

Davvero avremmo una societa’ illuminata se lo consentisse piuttosto che, come ancora avviene, ripetere i ‘non’ valori (imposti dalla commercializzazione della massa) spesso dettati dagli istinti (bestiali) di chi e’ al vertice del potere (assumendo, come ormai mi pare ovvio, che il potere sia inevitabilmente cattivo, vista l’aggressivita’ necessaria a conquistarlo e difenderlo. Nel senso di superiorità di persone che guardano la societa’ dall’alto c’e’ sempre un certo egoismo, disprezzo e prepotenza, sia pure a livello inconscio o anche manifestamente espresso). Noi umani siamo ancora molto limitati dalle miserie spirituali degli impulsi materialistici. Ma la vera bellezza e’ saper riconoscere e favorire la migliore essenza di qualsiasi essere vivente e l’ambiente che lo circonda. Ed e’ importante che almeno lo si  ponga come obiettivo al quale tendere, perché e’ proprio ciò  che definisce la stuttura dei principi fondamentali ei valori di riferimento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...